Nella mia piacevole permanenza a Berlino e nella vita, ho spesso modo di districarmi in simpatiche seghe mentali, un po’ perché ho sufficiente tempo da dedicare al nulla, un po’ perché non posso fare a meno di arrovellarmi il cervello con pensieri più o meno interessanti. Il costante paragone tra Italia e Germania è naturalmente un …

Continua a leggere

Non me ne vogliano i colleghi dell’altra categoria, ma oggi voglio inneggiare alla donna immigrata, quella che si fa un mazzo tanto per far quadrare le cose. Precisa, puntuale, concreta. Chiacchiere sì, certo, e pure tante, ma con le mani e il cervello sempre in movimento. Voglio inneggiare alla donna che si sbatte per cercare …

Continua a leggere

Io non ho mai cuccato in discoteca. Triste ma vero. Un po’ perché le mie amiche soffrono di gnoccaggine acuta, un po’ perché non ispiro i rimorchiatori del sabato sera probabilmente. Fatto sta che negli ultimi anni di migrazioni impulsive e apparentemente illogiche, non ho mai avuto modo, tempo o fortuna, di beccare un messaggero …

Continua a leggere

Leggevo un paio di giorni fa un articolo sugli italiani che decidono di trasferirsi all’estero, 110.000 negli ultimi 2 anni. Ho pensato subito a mia madre e l’ho moltiplicata per 110 mila. 110 mila famiglie, genitori, fratelli e nipotini che non vedono l’ora di rivederci, 110 mila posti da sempre nostri che chiedono di essere calpestati …

Continua a leggere