Mi capita spesso di sognare, ma il sogno che ho fatto l’altro giorno, davvero, va raccontato. Ero stata assunta da un’azienda tedesca, a tempo indeterminato, ed ero felice. Felice ma scettica, perché sapevo che era un sogno, e non ci volevo credere troppo. Mi svegliavo con un certo anticipo per vestirmi con attenzione e mascherare le occhiaie, …

Continua a leggere

Come dimenticarlo… Era giugno e faceva caldo, ma noi, i ragazzi della startup, tutti giovani e presi bene, ce ne stavamo tranquilli tranquilli sulle nostre sedie ruotanti, chi a lavorare, chi a cercarsi il corso di tedesco, chi la piscina, chi a fingere un malcelato interesse verso la partita dell’Italia (c’erano gli europei), chi invece …

Continua a leggere